REGGIO – CISL su voli per Roma e Milano

Tonino Russo, Segretario reggente CISL Reggio Calabria:

la CISL chiede agli Enti locali e ad Ita sinergie costruttive

per un rapido rilancio del territorio reggino.

Ripristinare il volo mattutino (con rientro di sera) da Reggio Calabria per Roma

e confermare il volo per Milano delle h. 06:20

Reggio Calabria, 07.03.2022 – «Il trasporto aereo scrive in una nota Tonino Russo, Segretario reggente della Cisl di Reggio Calabria e Segretario generale della Cisl calabrese si lascia alle spalle una stagione invernale particolarmente rigida, non solo per ragioni meteorologiche, e si proietta, sia pure con qualche incognita, verso lestate.

La programmazione marzo-ottobre 2022 dei voli delle compagnie aeree è ai nastri di partenza (sarà avviata il 27 marzo) e potrà, se ben calibrata, incidere sui servizi e sul rilancio di uomini e territori.

Lhinterland reggino e non solo (il pensiero corre alla dirimpettaia Messina) auspica, percò, che nella nuova composizione di rotte e orari (c.d. stagione Summer) si abbia il ripristino, in primis, del volo mattutino dallaeroporto di Reggio Calabria per Roma con rientro serale, nonché la conferma del volo per Milano delle ore 06:20.

Sono, infatti, migliaia gli abitanti di questa parte della Penisola che per svariati motivi (lavoro e salute in modo particolare) hanno necessità di raggiungere nella primissima mattinata gli hub internazionali di Roma e Milano.

Fino a qualche anno addietro i suddetti voli hanno costituito una chiara ed inequivocabile costante, segno di unattenzione dellex compagnia di bandiera nei confronti di Reggio Calabria e del suo hinterland, che negli ultimi tempi si è parzialmente affievolita.

La Cisl conclude Russo chiede perciò alla Regione, alla Città metropolitana, al Comune di Reggio Calabria e ad ITA, unico vettore presente in riva allo Stretto, di creare sinergie costruttive per un rapido rilancio del territorio».

La Cisl scende in piazza a Reggio e Gioia contro la guerra.

Fermiamo insieme questa follia della guerra, una avventura senza ritorno.
Eccoci a Reggio Calabria e Gioia Tauro .
C’è un popolo di centinaia di persone .
Organizzazioni diverse (sociali e politiche) ed anche noi come Cisl chiediamo all’Europa di avere la forza e il coraggio di prendere qualsiasi strada diplomatica possibile per fermare l’invasione russa.
Senza armi, perché non esiste un modo onorevole di uccidere, né un modo gentile di distruggere. Non c’è niente di buono nella guerra, eccetto la sua fine.